La rivoluzione… silenziosa

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (2 Votes)

benjaminLe elezioni politiche del 4 Marzo hanno rappresentato un momento di svolta per l’Italia e, si parva magnis, anche per il nostro Comune. Solo qualche riflessione sul voto nazionale: Il P. D. , erede di una grande tradizione e di  due storici partiti, ha subito una cocente sconfitta dovuta anche (o soprattutto?) alla protervia e all’arroganza di un segretario che riteneva di dettare le regole del gioco nel partito e al di fuori del partito; che ha fatto il bello e il cattivo tempo anche quando la situazione interna ed europea imponeva dialogo e riflessione. Ha imposto un sistema elettorale (l’Europa avrebbe dovuto invidiarcelo, diceva!) a colpi di fiducia alla Camera e al Senato, che, come sapeva, non avrebbe permesso la formazione di nessuna maggioranza parlamentare.

De Andrè: Il Principe Libero

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (0 Votes)

benjaminLa fine del 2017 e l’inizio del 2018 hanno visto protagonista, dal punto di vista musicale e cinematografico, la figura di Fabrizio De Andrè: il cantautore genovese che, dagli inizi degli anni sessanta, continua ad essere un protagonista del panorama musicale italiano.  De Andrè è sempre  andato in direzione ostinata e contraria dando la sua voce ai dannati della terra, agli ultimi, ai diseredati. Ogni suo verso trasuda di questa attenzione spasmodica, dell’amore, dell’empatia per un  mondo”invisibile” di cui ci accorgiamo soltanto in caso di catastrofi naturali, di emergenze umanitarie per poi voltare subito gli occhi dall’altra parte.

Il pomeriggio è ancora azzurro per... Adriano

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (2 Votes)

benjaminIl 6 gennaio del 1938 nasceva, in via Cristofaro Gluk 14 di Milano, Adriano Celentano. Destinato a rivoluzionare il mondo musicale degli anni cinquanta in Italia. Poca scuola, molti mestieri e la passione per il canto insieme con amici come Giorgio Gaber, Enzo Iannacci, Luigi Tenco con i quali vinse al â€śPalazzo del Ghiaccio” di Milano” il primo festival rock organizzato in Italia(era il 1957).

 

Cosa è mai la vita?

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (1 Vote)

benjaminE’ giĂ  un mese e l’eco  della morte della piccola Maria Sofia  ancora rimbomba nel cuore del paese. Piccola, dicevo, ma grande nella sua volontĂ  di opporsi al male che l’aveva colpita appena bambina (tre anni): un male subdolo che sembrava essere stato sconfitto   e che, invece, si ripresentava nuovamente continuando a sfibrare il suo corpicino che lottava contro un destino avverso che aveva giĂ  deciso l’esito della partita.

 

Il Comune di Ceppaloni nella seconda metĂ  del Settecento (2^)

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 (1 Vote)

benjaminLa scrittura del “Catasto Onciario” è, a volte, nitida, altre incomprensibile perchĂ© l’inchiostro ha provocato delle macchie che spesso  rendono vano lo sforzo, anche con lente d’ingrandimento, di intenderne il significato.

Questo il motivo per cui mi era sfuggito  un  altro “Nobile  Vivente” di nome Agostino Masiello[1] che, con la … rivela … cioè la dichiarazione fatta dall’interessato,  aveva fatto registrare solo  46  once . Anche  Masiello era di Ceppaloni e viveva in una casa di dieci … membri  soprani e sottani nel luogo detto Castellone … che confinava con la strada pubblica e con Nunzio Francione, ma   possedeva solo …  alcuni … tommoli di terra seminativi ed appena 4 pecore date … alla societĂ  di Agostino Varricchio.    

Sei qui: Home La rubrica di Benjamin
Find us on Facebook
Follow Us